Montefiore dell'Aso

Carlo  e Vittore Crivelli

Polittico  1477 – 1480

Chiesa di San Martino Vescovo

 

 

 

Il Polittico, attribuito alla tarda collaborazione tra i fratelli Carlo e Vittore Crivelli, proviene dalla soppressa chiesa di San Michele Arcangelo.

L’opera celebra la Madonna in trono mentre adora il figlio dormiente.

A destra della Vergine ci sono San Michele Arcangelo e San Nicola di Bari; a sinistra troviamo San Giovanni Battista e San Biagio.
Il comparto centrale è sormontato da Cristo morto sorretto da due angeli.

Alla sua sinistra hanno posto d’onore San Martino, patrono della città, e San Giovanni Evangelista; alla sua destra accennano un dialogo San Giacomo Apostolo e Santa Caterina d’Alessandria.

Nella predella, probabilmente eseguita da Vittore su disegno di Carlo, è rappresentato Cristo Salvatore tra i dodici apostoli.

L’esecuzione della tavola è abitualmente attribuita a Vittore, ed è evidente la forte influenza di Carlo sul fratello.

 

Montefiore dell'Aso

Vittore Crivelli

Polittico , 1489 c/a

Chiesa di San Martino Vescovo

 

 

 

Il Polittico proviene dalla dismessa chiesa di Santa Maria del Pozzo.
La narrazione sacra abbandona il tradizionale fondo oro a favore di un cielo che si va rischiarendo all’orizzonte.

Al centro la Madonna in trono sostiene il Bambino, il quale si volge verso San Pietro per affidargli le chiavi del Paradiso.

Dal trono pendono un mazzo di garofani rossi, simbolo dell’incarnazione e passione di Cristo, e delle rose bianche, emblema di Maria e della maternità.Nella tavola sovrastante appare l’Ecce Homo circondato dagli strumenti della passione.

A destra e sinistra si evidenziano i mezzi busti di San Michele Arcangelo e di San Martino. San Pietro e San Paolo fanno da corona alla Madonna.
Nel timpano, tra due cornucopie, è posto il sudario con l’immagine di Cristo coronato di spine.
La pala doveva comporsi di una predella, oggi scomparsa.
Il Polittico rappresenta una chiave di volta verso l’adozione dei precetti rinascimentali, sia nella resa delle figure che nel disegno architettonico e decorativo della cornice.

 

 

Montefiore dell'Aso

Vittore Crivelli

Trittico 1490 c/a 

Chiesa di San Martino Vescovo

 

 

Al centro del Trittico domina la figura della Madonna coronata in trono, che sorregge Gesù sulle sue ginocchia.

Il Bambino è colto nell’atto di impartire la benedizione mentre volge lo sguardo in alto verso la tavola raffigurante la crocifissione, preannunciata dal pettirosso stretto nella mano sinistra.

La tradizione popolare vuole infatti che l’uccello si sia macchiato il petto togliendo una spina dalla corona di Gesù.
Ai lati del trono troviamo San Michele, l’angelo della morte e giudice delle anime, e San Gabriele, il messaggero della vita che annuncia a Maria la nascita del Redentore.
La scena della Crocifissione è situata entro un paesaggio fantastico; la Maddalena addolorata abbraccia la Croce, mentre ai piedi di Cristo troviamo Maria e Giovanni piangenti.

Nel cielo aureo si levano tre serafini.
Nell’ordine inferiore sono raffigurati San Martino e Sant’Antonio Abate, entrambi volti devotamente alla Madonna e al Bambino.

Permanent Exhibitions

Personaggi del Trittico di Montefiore dell’Aso

Carlo Crivelli

Carlo Crivelli

Carlo Crivelli

Morbi di ctum, lectus ut scelerisque mattis, eros lacus mollis metus, nec vulputate sem est non elit. Curabitur rutrum vestibulum vehicula. Maecenas in tortor est. Nunc eget fringilla justo. Ut faucibus dolor dapibus, convallis tortor in, scelerisque diam. Nulla feugiat enim sit amet erat faucibus mollis. Maecenas tincidunt arcu quis arcu tempor, ac rutrum elit ornare.

“Everything you can imagine is real”

 Pablo Picasso